Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina

Piante e tradizioni a Cosio d'Arroscia

Sottotitolo non presente

Descrizione

Un viaggio alla riscoperta delle tradizioni nell'entroterra ligure, e in particolare nell'antico borgo montano di Cosio d'Arroscia (IM).

Nella società agricolo-pastorale dell'alta Valle Arroscia, che è andata via via scomparendo dal secondo dopoguerra ad oggi, le piante rappresentavano la risposta alle esigenze della vita quotidiana e al lavoro nei campi, trovando impiego nei più svariati settori: medicinale e veterinario, alimentare e domestico, artigianale e agro-pastorale, ma anche religioso e ludico.

Recuperare le antiche conoscenze legate alle piante, tramandate di generazione in generazione, prevalentemente per via orale, e sopravvissute fino a oggi solo nella memoria degli anziani, rappresenta un mezzo per conferire il giusto valore a questo bellissimo territorio delle Alpi Liguri e trasmettere alle nuove generazioni la conoscenza del patrimonio culturale che lo contraddistingue.

Nel testo sono presentate 65 schede relative alle principali piante d'interesse etnobotanico, 290 illustrazioni a colori, con fotografie di ambienti, manufatti e particolari delle singole specie, ma anche dettagli inusuali, ottenuti grazie a indagini microscopiche. Per ogni pianta sono riportati nome scientifico e dialettale, breve descrizione, impieghi e proprietà.

Biografia dell'autore


Arianna La Rocca, Laura Cornara, Mauro Giorgio Mariotti, Luca Terrizzano

Dr.ssa Arianna La Rocca, biologa, dottore di ricerca in Botanica Applicata all'agricoltura e all'ambiente. In collaborazione con DISTAV dell'Università di Genova, svolge studi etnobotanici per il recupero e la valorizzazione delle tradizioni del territorio ligure e studia le proprietà nutraceutiche e salutari di piante spontanee utilizzate in campo fitoalimurgico. Collabora, inoltre, per gli aspetti scientifici, col Centro Studi e Ricerche perle Palme di Sanremo.

Dr. Luca Terrizzano laureato in Scienze Naturali presso l'Università di Genova con una tesi sul recupero delle conoscenze relative all'uso tradizionale delle piante nell'entroterra ligure. Ha collaborato al riallestimento del Museo delle erbe "In Herbis Salus" di Cosio d'Arroscia.

Prof.ssa Laura Cornara, ricercatrice e docente di Botanica Generale presso il DISTAV dell'Università di Genova. Svolge studi di biologia e microscopia vegetale con particolare riguardo a specie di importanza ambientale, farmaceutica, agricola, ornamentale e storico-commerciale; negli ultimi anni i suoi interessi si sono concentrati soprattutto sull'etnobotanica e la botanica forense. E' autrice di numerose pubblicazioni su riviste nazionali e internazionali, di alcuni testi e capitoli di libri didattico-scientifici.

Prof. Mauro Giorgio Mariotti, ordinario di Botanica Ambientale e Applicata presso il DISTAV dell'Università di Genova, responsabile dell'Orto Botanico e dei Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia, coordinatore del Dottorato di Ricerca in Botanica applicata all'agricoltura e all'ambiente e del Corso di Studi di Scienze della Natura. Conduce studi sulla componente vegetale nell'ambito di analisi, rilevamento, valutazione, pianificazione e gestione ambientale, nonchè sull'utilizzo di piante e funghi per alimentazione, fitobonifiche e monitoraggi. E' autore di numerose pubblicazioni di livello nazionale e internazionale.


1 giu 2013
Oasi del Gusto, Imperia, via XX Settembre
01 giugno 2013 alle ore 10.00
Piante e tradizioni a Cosio d'Arroscia
15,00
98 libri in giacenza
Photo gallery principale